SILVOTERAPIA: L’ABBRACCIO DELLA NATURA

silvoterapia

Buongiorno a tutti!

Oggi ho proprio voglia di portare mio figlio al parco, di vederlo correre in mezzo al verde e fermarsi davanti agli alberi più grandi con fare perplesso … immaginate quanto può sembrare alto un albero ad un bambino! Ultimamente gli sto insegnando anche una pratica molto salutare, che è l’argomento di questo articolo, che riesce anche ad abbassare nervosismo e stati ansiosi. Sto parlando della SILVOTERAPIA, ovvero curarsi con gli alberi. Io ho imparato a praticarla durante le mie escursioni, di cui vi ho già parlato, poi ho scoperto che in realtà è una vera e propria terapia e in questo caso il cosiddetto “contatto con la natura” avviene nel vero senso del termine! E’ una scelta che si fa, una comunicazione di sensazioni tra se stessi e l’albero che ci si propina davanti … come un richiamo, io voglio abbracciare l’albero e lui vuole che io l’abbracci. Sembra surreale e fantasioso come discorso, ma è proprio così! Io preferisco gli aceri, i pini e le querce, mi trasmettono forza, sicurezza e calma … avete mai visto il tronco di una quercia scuotersi con le peggiori intemperie? E’ ben salda a terra, con la sua chioma larga e il tronco bello robusto e grande! Inoltre sentire la freschezza della pianta e dell’ambiente che sta sotto la sua chioma rimanda sensazioni piacevoli e refrigeranti, sembra come se potessimo acquisire forza dalla linfa che scorre in essa!

Bene ora non voglio dilungarmi oltre con i miei discorsi “silvo-sdolcinati”, ma passo a parlarvi nei dettagli di questa pratica benefica e del tutto gratuita!

Un abbraccio, dato che siamo in argomento, e a presto! Non esitate a sperimentarla e a mandarmi le vostre impressioni!

Buona giornata!

Gloria

 

Innanzitutto è bene scegliere il posto giusto, un bosco o un parco non troppo affollato e lontano dal traffico vanno benissimo, purchè sia un ambiente che già di per sé ci rimandi a sensazioni di pace e serenità. Come vi ho già detto nella categoria “Madre Natura”, la vista di elementi naturali e soprattutto il colore verde, trasmette equilibrio, positività, benessere … quindi siamo già a metà dell’opera. Se siete da soli è bene entrare nella pratica assumendo un atteggiamento meditativo già mentre camminate nello spazio. Con questo intendo di ascoltare il vostro corpo e le sensazioni che percepisce, i suoni che lo circondano e anche gli odori che ci sono … essere consapevoli del qui ed ora è un buon inizio per uno stato di rilassamento ed equilibrio, senza fare le cose con automatismi o passivamente. Potreste anche camminare a piedi nudi (vedi articolo sul BAREFOOTING)!

Bene ora che vi siete predisposti mentalmente a lasciare fuori tutto il resto e a concentrarvi solo su voi stessi e l’ambiente che vi circonda, continuate a passeggiare e individuate un albero, quello che più vi ispira e vi cattura. Avvicinatevi e cominciate ad accarezzare le foglie, il tronco, le venature, le radici … entrate nel suo mondo, respirate la sua aria … pensate che non è un oggetto inanimato, immobile, senza vita … è un essere vivente proprio come voi, al suo interno scorrono acqua e linfa, le sue foglie respirano e catturano luce … state comunicando con una … VITA.

Quando vi sentite pronti potete lasciarvi andare e abbracciarlo, rilassatevi al contatto con la sua corteccia, respirate lentamente e cullatevi. L’abbraccio che sia con una persona o, come in questo caso, con un albero, è stato scientificamente provato che attiva recettori della serotonina ed endorfine, calmando l’ansia e alleviando anche disturbi come il mal di testa. E’ uno scambio di sensazioni benefiche, ma nella vita di tutti i giorni siamo troppo di fretta e passivi da non curarci di questi aspetti fondamentali. Il fatto di abbracciare un albero, è stato riscontrato che rimanda al ritrovamento del nostro istinto primordiale, cioè quella necessità di ricontattare i nostri bisogni, non dimentichiamo che veniamo dalla Natura! Pensate ad un bambino appena nato, oltre al latte, di cosa ha bisogno? Del contatto, soprattutto della mamma, la “terra” in cui finora è cresciuto e da cui proviene. Niente di più semplice.

Questa terapia è molto utile in casi di depressione, pensieri negativi, dolori nevralgici dovuti a stati ansiosi e in tutti i momenti in cui vogliamo ritagliarci un momento per noi nella Natura. E’ risaputo che l’abbassamento dei livelli di stress porta a un calo del cortisolo e dell’adrenalina, aumentando le capacità del sistema immunitario e l’attività cellulare. Quindi se basta un abbraccio ogni tanto, per prevenire molto … via agli abbracci!!

Ora vi saluto con tanta positività nel cuore e vi auguro di nuovo una buona giornata!

A presto!

Gloria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *