LA CISTITE: UN DISTURBO DA NON SOTTOVALUTARE

Buongiorno a tutti!

Questa mattina mi ritrovo un pochino spaventata, un po’ in ansia, come credo la maggior parte di voi, a causa delle forti scosse di terremoto che si sono verificate ieri. Dimostrazione ulteriore di come di fronte alla potenza della Natura siamo davvero piccoli piccoli e al di là della sensazione spiacevole e fastidiosa che si avverte in certe occasioni, l’importante è avere sempre la sicurezza che gli edifici dove risiediamo siano a norma per sopportare la forza a cui sono sottoposti. Spesso il numero delle vittime purtroppo (che in questo caso è limitato a un signore deceduto poverino a causa di un infarto e a pochi feriti non gravi) è dato dal crollo degli edifici che successivamente vengono riconosciuti non antisismici o con restauri necessari da tempo. Spero tutto vada per il meglio e auguro a tutti di ritrovare la serenità e di non perdere la speranza. Abbraccio tutti soprattutto i bambini che sicuramente, come anche il mio, si saranno altamente spaventati.

Oggi voglio scrivere della cistite, un disturbo prevalentemente femminile che consiste in una più o meno forte infiammazione delle vie urinarie provocata da vari fattori che poi andremo a vedere nel dettaglio. I sintomi della cistite sono un continuo bisogno di urinare (bisogno spesso molto più grande rispetto alla quantità di urina effettivamente rilasciata) accompagnato da bruciori o dolori durante la minzione e a volte anche da sanguinamento. Non è un disturbo da sottovalutare sia per i fastidi che comporta sia perché come tutte le infiammazioni potrebbe estendersi al resto dell’apparato urinario andando a compromettere le alte vie urinarie compresi i reni con febbre.

Ma vediamo ora nel dettaglio il tutto e per qualunque informazione in più non esitate a contattarmi, sono sempre a vostra disposizione.

Buona lettura e buona giornata!

A presto

Gloria

La cistite è generalmente provocata da un’alterazione della flora batterica intestinale, a causa della quale i batteri nocivi passano dall’intestino all’uretra e risalgono fino alla vescica dando il via alla colonizzazione. Come dicevo prima è una malattia tipicamente femminile e il motivo per cui colpisce più le donne che gli uomini è prettamente fisiologico: nelle donne infatti l’uretra è molto più corta rispetto a quella maschile, quindi i batteri nocivi compiono meno strada per arrivare in alto. Talvolta può essere anche un’infezione da Candida trascurata che può colonizzare le vie urinarie. Altra aggravante è il fatto che l’apparato genito-urinario, a livello psico-somatico, è proprio il “luogo” in cui noi femminucce scarichiamo molte tensioni, non ci facciamo apposta, è una cosa frequente e a questo proposito è stato visto che agire anche sul piano emotivo porta notevoli ulteriori benefici.

Prima di passare a definire la terapia che di solito consiglio nei casi di cistite, voglio elencare alcune elementari norme igieniche e intime, per nulla banali anzi preventive ed efficaci (tratte dal sito www.mednat.org):

  • FARE SEMPRE PIPI’ PRIMA DI UN RAPPORTO SESSUALE: dopo il rapporto vi è infatti una momentanea distorsione delle pareti dell’uretra con il rischio che una parte di urina rientri trascinando con sé i batteri.

  • BERE ALMENO UN LITRO E MEZZO DI ACQUA AL GIORNO: diluisce l’urina ed evita il ripresentarsi dell’infiammazione.

  • NON TRATTENERE LA PIPI’ A LUNGO: evita eccessive concentrazioni di batteri.

  • NON INDOSSARE INDUMENTI TROPPO STRETTI: impediscono aerazione e avvicinano pericolosamente uretra e genitali.

  • NON EFFETTUARE TROPPE LAVANDE INTIME: utilizzare un detergente naturale a pH neutro e ricordarsi di lavarsi sempre da davanti a dietro per non contaminare i genitali con i germi intestinali.

  • EVITARE IL PIU’ POSSIBILE GLI ASSORBENTI INTERNI: favoriscono le infezioni batteriche.

  • CERCARE DI MANTENERE LA REGOLARITA’ INTESTINALE

Ma veniamo ora ai prodotti da poter assumere in caso di cistite. Come ho detto precedentemente i fronti su cui di solito consiglio di agire sono tre:

  1. RIPRISTINO E SALVAGUARDIA DELLA MICROFLORA BATTERICA: magnesio carbonato e fermenti lattici (sempre senza lattosio). Assumere un cucchiaino da the in plastica raso di polvere di magnesio in 1/2 litro di acqua a temperatura ambiente da bere durante il giorno; ciò distende il colon permettendo una migliore respirazione e vitalità della microflora esistente. Nel caso di stitichezza è possibile aumentare i cucchiaini di magnesio fino a 4 e poi ridurli quando il colon si è abbastanza rilassato da rilasciare tranquillamente le feci. Per i fermenti lattici di solito consiglio il formato in flaconcini con la posologia di 2 al giorno per 4 giorni e poi 1 al giorno per altri 10 giorni (sempre lontano dai pasti o al mattino a digiuno).

  2. TERAPIA ANTIBIOTICA NATURALE: la più efficace che abbia mai riscontrato è quella a base di semi di pompelmo. Per effettuare la cura con questo prodotto NON bisogna assolutamente assumere antibiotici di sintesi, per evitare pericolose interazioni. L’antibiotico naturale, al contrario di quello farmacologico, non altera ulteriormente le difese immunitarie e consente di eliminare i batteri nocivi proteggendo quelli buoni. Assumere 30 gocce/3 volte al giorno per 4 giorni e poi scalare di 10 gocce ogni 4 giorni fino a mantenere un minimo di 10 gocce per altri 15 giorni (prima dei pasti e diluite in un pochino di acqua).

  3. TRATTAMENTO DEL FATTORE EMOTIVO: parlando con le persone e lasciando che siano loro a rivelare ciò che più le opprime, soprattutto le donne in questo caso, riesco a vedere come la cistite sia spesso collegata a una situazione interiore in disequilibrio o a qualcosa che vorrebbero cambiare ma non possono. A volte può trattarsi di un difficile rapporto col partner, anche a livello sessuale, oppure di un turbolento rapporto con i figli a seguito del quale la nostra parte fisica più “materna” ne risente parecchio, o anche una particolarità di carattere che tende a immagazzinare qualunque cosa anche ciò che più le danneggia. A questo proposito oltre a consigliare di far uscire ciò che si prova evitando di reprimere queste emozioni negative, aggiungo ai restanti prodotti anche qualcosa che calmi il sistema nervoso in maniera naturale, di sottofondo, permettendo alla persona di vivere in maniera più lucida e distaccata tali sensazioni e di scegliere il giusto rimedio per se stessa. Sto parlando dell’oligoemento Litio, si trova in fialette da assumere con delle piccole cannucce in dotazione e da tenere alcuni secondi sotto la lingua prima di ingoiarle. Assumere una fialetta al giorno al mattino appena svegli (nei casi di insonnia o sonno turbolento assumere un’altra fialetta la sera prima di coricarsi) fino alla fine della scatola. Ripetere con un’altra confezione 8dis olito sono 20 fialette ciascuna).

Esistono anche alcuni rimedi casalinghi da associare a questi ultimi che ho elencato che potete tranquillamente preparare.

DECOTTO DI MALVA: mettere 50 g di malva a bollire per 10 minuti in un litro di acqua e bere 2 tazze al giorno lontano dai pasti.

MIRTILLI: mangiare mirtilli e bere un bicchiere di succo (possibilmente fatto in casa o 100% naturale) al giorno.

ZUPPA DI CAROTE E PORRI: favoriscono la diuresi.

Ecco qua anche con questo articolo siete arrivati alla fine! Spero di aver soddisfatto le vostre esigenze e in caso contrario vi prego di contattarmi affinché possa sempre migliorarmi.

Grazie e ancora buona giornata!

Gloria

 

 

 

Commenti (3)

  1. michael kors outlet

    I have to show my admiration for your generosity supporting all those that absolutely need guidance on this important area of interest. Your special commitment to passing the message all over ended up being pretty effective and has always helped folks like me to realize their goals. Your entire warm and helpful recommendations denotes this much to me and still more to my fellow workers. Thank you; from all of us.

    Rispondi
  2. lebron 13 low

    I definitely wanted to type a simple remark to thank you for all the superb information you are giving out on this website. My time consuming internet lookup has finally been honored with brilliant knowledge to write about with my guests. I would express that many of us visitors actually are unequivocally blessed to exist in a fine website with so many lovely people with insightful secrets. I feel truly happy to have discovered the weblog and look forward to tons of more enjoyable minutes reading here. Thanks once again for all the details.

    Rispondi
  3. adidas yeezy

    I wanted to write down a simple word in order to thank you for these awesome tricks you are placing on this site. My particularly long internet research has finally been paid with good quality points to exchange with my family. I would tell you that most of us readers are extremely endowed to be in a decent network with so many lovely individuals with great techniques. I feel extremely happy to have discovered your entire webpages and look forward to so many more exciting moments reading here. Thanks a lot once again for everything.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *