CONSIGLI PER LE INFIAMMAZIONI CRONICHE DI MIAO E BAU

Buonasera a tutti!

Oggi scrittura serale con bimbi a nanna, marito in lettura e casa sistemata! Vorrei parlarvi della degenerazione di alcune patologie infiammatorie croniche che vanno a rendere più complicata la vita dei nostri “amici di zampa” ma anche, purtroppo, ad accorciarla. Eh già perchè i processi infiammatori tendono a far invecchiare prematuramente gattini e cagnolini a meno che non vengano contrastati da opportuni accorgimenti. Prima di cominciare però vorrei precisare che alla base ci stanno gli stessi principi validi per noi “umani” ovvero mangiare cibi sani e fare movimento possibilmente all’aria aperta, quindi nulla di nuovo fin qua! 

Ora vi lascio ad una buona e “pelosa” lettura e vi auguro una buona giornata!

Un abbraccio e a presto!

Gloria

Cominciamo col parlare di una patologia molto frequente, purtroppo, tra i nostri amici cagnolini, ovvero l’ARTROSI, detta anche OSTEOARTRITE. E’ una patologia cronica degenerativa delle cartilagini che rivestono le ossa lunghe che può colpire non solo cani anziani, ma anche di giovane età e i più a rischio sono quelli di taglia grande o molto grande, in sovrappeso o obesi. L’infiammazione si verifica anche  a seguito di malformazioni come displasie dell’anca, del gomito o del ginocchio. Purtroppo ciò che caratterizza di più questa patologia è un forte dolore, che porta il nostro amico a deambulare, zoppicare o a tenere un comportamento anomalo, a volte anche aggressivo. Di solito le terapie sono a base di antidolorifici e antinfiammatori associati a ristrutturanti della cartilagine articolare. E’ possibile prevenire tutto ciò o far sì che si manifesti in maniera meno invasiva, facendo assumere al cane un integratore a base di ACIDI GRASSI OMEGA-3 (generalmente contenuti nell’OLIO DI PESCE), che hanno appunto un effetto antinfiammatorio e antiossidante. Ricordo, quando lavoravo in erboristeria, la cara signora Ines che passava spesso a prendere integratori per la sua cagnolina (che -ina non era!) ormai vecchietta, ma unica “familiare” della sua padroncina, affetta da displasia alle anche e osteoartrite. La signora Ines le preparava ogni pasto in casa, il più naturale possibile, la spronava a camminare, l’aiutava ad alzarsi per fare i bisognini, la portava al mare con una ciambella apposita per fare il bagno … insomma un amore smisurato e devoto come solo chi ama davvero questi cuccioli può dare.

Altro consiglio è quello di aggiungere alla ciotola di miao e bau FRUTTA E VERDURA che essendo ricche di antiossidanti antiinfiammatori favoriscono una buona salute del nostro amico. Vanno mescolate alle crocchette del gatto o tagliate finemente per il cane (so che il gatto è abbastanza sensibile ad odori o sapori nuovi, quindi consiglio di cominciare a inserire piccole quantità per far abituare il palato sopraffino del micio).

Ultimo consiglio, ma non meno importante, è la CURCUMA che, dato il suo contenuto di curcumina (antiinfiammatoria), riesce a proteggere contro i radicali liberi e migliorare il sistema immunitario. Ne vanno aggiunte piccole quantità al cibo ma consiglio di rivolgervi al vostro veterinario per il corretto dosaggio in base al peso e alle condizioni dell’animale.

Allora avete già il vostro amico pelosone accanto? Se non è lì con voi andate a prenderlo, abbracciatelo e guardatelo negli occhi: la migliore cura per il vostro cucciolotto sta tutta lì, in uno sguardo, in una carezza, nel vostro affetto.

Buon proseguimento di serata! 

Un abbraccio 

Gloria

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *