Buon pomeriggio a tutti!

Come state? Io nel pieno dei cambiamenti! Il grande-piccolo, come si definisce lui, ha cominciato l’asilo e il piccolo-piccolo ha cominciato lo svezzamento quindi periodo di grandi progressi! Voglio parlarvi dell’argomento di oggi da un po’ di tempo poi ogni volta prendevano il sopravvento altre idee, ma ora è giunto il momento! Il processo mentale che ho fatto è stato: ARRIVA L’AUTUNNO, STAREMO PIU’ DENTRO CASA … ARIA DI CASA DEPURATA! Al di là di tea tree oil o olio di Neem, potenti antibatterici da mettere nei diffusori, esiste un metodo che depura in maniera ancora più profonda: LE PIANTE! Sì perchè molte di esse sono ottime per assorbire elementi chimici dannosi per la nostra salute come formaldeide, xilene, benzene, etc… E così io ne ho messe alcune per casa ma riciclando VECCHIE BOTTIGLIETTE DI VETRO! Adoro il vetro sia per la trasparenza che riflette la luce, sia per la sua purezza e pulizia! Vedremo insieme l’azione benefica delle varie piante e vi mostrerò le foto di quelle che ho in casa!

Buona lettura e buon pomeriggio!

Un abbraccio

Gloria

Non è una novità che le piante e il verde della Natura in generale abbiano effetti benefici e rilassanti sull’uomo, tanto è vero che da alcuni studi americani è emerso che le piante negli ospedali migliorino le condizioni generali dei pazienti chirurgici e accorcino i loro tempi di guarigione con l’utilizzo di meno antidolorifici. In casa le piante regalano benessere e serenità (quando ho modo di prendermene cura è veramente appagante e distensivo!), ma oltre a questo si occupano anche di migliorare la qualità dell’aria poichè hanno potenti capacità di assorbimento degli agenti inquinanti come benzene, formaldeide, monossido di carbonio ed elettrosmog. Esse hanno un metabolismo diverso da quello umano e quindi riescono a difendersi dall’azione tossica di questi composti … e difendono anche noi! Basta bagnarle ogni tanto (e col metodo delle bottigliette ciò accade davvero di rado!), posizionarle in un posto abbastanza luminoso, pulire le foglie poichè in esse si depositano le polveri sottili e … il gioco è fatto! Alcuni esperimenti hanno dimostrato che dopo 5 ore in una serra le piante avevano assorbito ben il 60% della formaldeide messa in circolo … direi che come risultato non è per niente male per le nostre verdi amiche

Ancora non ci sono dati certi su quante piante sarebbe bene tenere in casa per avere un buon effetto depurativo, sicuramente evitate di fare la giungla! Ad ogni modo direi che una o due piante per stanza andrebbero benissimo anche in base alla metratura della stanza stessa (alcune ricerche hanno stabilito che un buon numero sarebbe di una pianta ogni 10 mq). A casa mia la maggior parte delle piante sono sistemate nella zona giorno che comprende un ambiente unico con sala e cucina, mentre un’altra piantina si trova in bagno. 

  • SPATIFILLO: compie un’efficace depurazione contro tutti gli idrocarburi e i composti volatili ed è attivo contro l’elettrosmog (quindi utile in caso di molti elettrodomestici!). Io ne ho due, di cui una piccolina, lungo le scale che portano alla lavanderia. Da quella zona la loro azione si espande alla lavatrice sovrastante, a televisore, DVD, stereo, cordless e modem nella sala sottostante e a frigorifero, forno e lavastoviglie in cucina. Come potete notare, una volta elencati, elettrodomestici e apparecchi elettronici non sono per niente pochi in una casa … per non parlare di cellulari e computer! 

    Piante di Spatifillo lungo le scale

    POTUS: elimina fino a tre elementi tossici ovvero formaldeide, xilene e benzene. La sua azione depuratrice è stata dimostrata anche dalla Nasa che ha valutato la capacità delle piante di ripulire l’aria in un ambiente a tenuta stagna. Ed è proprio con il Potus che ho riempito le bottigliette riciclate! Messo in acqua ed esposto alla luce ha la capacità di rigenerare le radici dalla porzione di pianta tagliata dalla matrice … l’importante è tagliarlo al di sopra di uno dei nodini che ha sui rametti, poichè è da lì che si formerà il nuovo apparato radicale! Io ho la pianta-madre in cucina, due bottigliette in sala e una in bagno. Oltre a mettere verde in casa aumento i depuratori! 

    Bottiglietta di succo riciclata

    Bottiglietta di succo riciclata

    Potus, pianta – madre in cucina

    Bottiglietta di grappa riciclata

    Queste che ho descritto sopra sono le piante che ho al momento in casa ma sto già allevando una Kalanchoe (elimina agenti tossici e radiazioni elettromagnetiche assorbendo l’umidità dell’aria, quindi è molto adatta per il bagno) che approfitta ancora degli ultimi tiepidi raggi di sole per crescere forte all’esterno per poi essere trasferita dentro casa. Ora vedremo alcune tra le altre piante ottime per depurare l’aria! Prendete spunto anche per un ottimo e benefico regalo!

  • AZALEA: assorbe i vapori nocivi dei detersivi e contrasta la formaldeide del mobilio quindi è perfetta per bagno, cucina o soggiorno.

  • DRACENA: depura da formaldeide, tricloroetilene, benzene e toluene. Assorbe anche lo smog.

  • ANTURIO: assorbe molti composti tossici e addirittura i vapori dell’ammoniaca quindi è adatta soprattutto in cucina, soggiorno e bagno.

  • FELCE DI BOSTON: è efficace soprattutto contro la formaldeide e non necessita di luce diretta.

    Eccoci qua, spero che questo articolo vi sia stato utile per trovare idee completamente naturali (più di così) per mantenere la vostra abitazione libera da agenti tossici, soprattutto se ci sono bambini o persone anziane. Vi auguro una buona serata e a presto!

    Un abbraccio

    Gloria