Archivio Tag: depurazione

LE CILIEGIE NON SONO SOLO GOLOSE … MA ANCHE MOLTO UTILI!

Buongiorno a tutti!

Finalmente sono arrivate le belle giornate, temperature più alte (forse troppo per i miei gusti!) e le serate sono più lunghe, tanto da cominciare ad assaporare un preludio dell’atmosfera estiva! Io adoro la frutta in generale, ma soprattutto quella da questo periodo fino all’inizio dell’autunno, tanto da essere capace (se non fosse per la mia golosità!) di riuscire a pasteggiare solo con quella a volte. Dopo le fragole hanno cominciato a comparire ciliegie e albicocche e a breve sarà il turno delle favolose pesche! oggi vorrei soffermarmi sulle proprietà delle ciliegie, che non sono solo da “una tira l’altra e non ti fermi più” ma sono molto utili per combattere vari disturbi e preparare qualche rimedio.

Vediamo ora nello specifico questo frutto tanto piccolo quanto prezioso!

Buona lettura e buon pomeriggio!
Un abbraccio

Gloria

Sinteticamente possiamo dire che la ciliegia sia un frutto DISINTOSSICANTE e RIMINERALIZZANTE, giusto per riassumere le proprietà terapeutiche di questo frutto davvero gustoso. E’ TONICA, DIURETICA e LASSATIVA (attenzione alle grandi scorpacciate!) e molto indicata per chi soffre di dolori articolari, in quanto promuove un’attività espulsiva delle scorie organiche e un grande rinnovamento ematico. Un consumo regolare di ciliegie può solo che portare un forte giovamento! La maggior parte degli zuccheri contenuta nella ciliegia è costituita da fruttosio, quindi in minima dose può andare bene anche per i diabetici, poiché provoca innalzamenti glicemici molto più limitati rispetto agli altri zuccheri. La ciliegia è inoltre un ottimo ANTI-CELLULITE poiché contrasta la ritenzione idrica e fluidifica i depositi di grasso grazie alla presenza di sali di potassio. Efficace contro le infezioni delle vie urinarie, per gotta, calcoli renali e renella (aiuta l’espulsione degli acidi urici).

Se volete assumere tutti i principi attivi e godere dei benefici della ciliegia, potete sia assaporarla come frutto che utilizzare i seguenti preparati:

  • TINTURA MADRE DI CILIEGIO: 40 gocce in poca acqua lontano dai pasti da 1 a 3 volte al giorno

  • INFUSO (utile come lassativo): portare a ebollizione un litro d’acqua e immergervi una manciata di peduncoli secchi di ciliegia e lasciare in infusione 5-8 minuti. Quindi assumere in tazze durante il giorno.

  • DECOTTO (utile in caso di cellulite o infezioni urinarie): si mettono 20 grammi di peduncoli secchi in un litro di acqua fredda e si porta a ebollizione lasciando bollire finchè l’acqua non assume un colore rosato. Spegnere il fuoco, coprire e lasciare in infusione 10 minuti. Bere 2-4 tazze al giorno.

Per quanto riguarda l’utilizzo esterno, la polpa schiacciata è molto indicata come RIVITALIZZANTEASTRINGENTE della pelle del viso o, dal punto di vista curativo, applicata sulla fronte può essere utile per controllare le emicranie.

Per lenire la cute e i capillari evidenti basta fare il decotto e applicarlo con compresse di garza imbevute e lasciare agire almeno 15-20 minuti.

 

Ecco come avete potuto vedere vale la pena fare una bella scorpacciata di ciliegie!

ATTENZIONE: NON UTILIZZARE I RIMEDI PREPARATI IN GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO, ma eventualmente godere di qualche bel frutto maturo!

Ora vi saluto e vi auguro un buon proseguimento!

A presto e un abbraccio!

Gloria

LE PROPRIETA’ DELLE INSALATE

Buonasera a tutti e ben trovati!

Queste Feste almeno per me sono passate in un attimo, forse perché mi sono contenuta nelle abbuffate per evitare che il torellino che sta crescendo dentro me … diventasse un torellone! Il freddo invernale continua ad accompagnarci e un pensiero, anzi più di uno, va alle persone terremotate e ai senzatetto che soffrono la noncuranza e l’abbandono. Provo una profonda stima verso tutti coloro che riescono, e vogliono soprattutto, apportare un po’ di sollievo in queste situazioni nonostante chi potrebbe più di qualsiasi altro rimane impassibile a guardare. Non è questa la sede per fare sicuramente polemiche che vanno oltre, mi limito ad esprimere la mia velata opinione e lascio a voi le conclusioni. Concludo augurando un Sereno Anno Nuovo a tutti, sperando porti pace e armonia dove fino ad ora non si è potuto trovarle.

Oggi vorrei parlarvi delle insalate, precisamente delle varietà di insalata in quanto ognuna ha le sue caratteristiche e proprietà. Io sono una mangiatrice accanita di verdure che vado a comperare sempre da Fabio, un ragazzo che coltiva e vende eco e bio, quindi pan per i miei denti! La differenza tra una verdura o un frutto maturato e trasportato nei container e uno colto e venduto sul posto è percepibile al palato come gusto, freschezza e livello nutrizionale; così come spesso è notevolmente differente una coltivazione bio da una non bio, la prima priva di pesticidi e fertilizzanti chimici che segue i normali ritmi di crescita delle colture. All’università ho studiato la lotta integrata, un metodo che consente di proteggere le colture dai parassiti favorendo la presenza di organismi antagonisti capaci di contrastare la crescita degli ospiti indesiderati. E questo è proprio quello che utilizza Fabio, tanto è vero che una volta che trovai una coccinella nella sua insalata disse “Sapete quanti afidi è capace di mangiare una coccinella??!”. Bene per fortuna ci sono persone che lavorano in questo modo!

Ora vi lascio ad una buona lettura, spero anche proficua, affinché possiate scegliere la varietà di insalata che più si riconduce ai vostri gusti ed esigenze.

A presto e buona giornata.

Un abbraccio

Gloria

 

Come si sa le verdure a foglia verde sono un vero e proprio toccasana per il nostro organismo in quanto sono ricche di numerosi nutrienti fondamentali tra cui sali minerali e vitamine, oltre che a un notevole quantitativo di acqua. Le insalate sono tra le più pratiche ma per certi versi anche più salutari, in quanto non necessitando della cottura preservano tutte le loro proprietà. Sono facili da preparare e ottime da abbinare ad altri alimenti, pratiche per una alimentazione ipocalorica e anche per chi non ha molto tempo da dedicare alla cucina.

Intanto vediamo un attimo le caratteristiche generali delle insalata per poi scendere nello specifico delle varietà.

L’insalata verde, come dicevamo prima, è ipocalorica ma le fibre che contiene contribuiscono ad aumentare la motilità intestinale e a dare un senso di sazietà, per questo consiglio di mangiarla prima dei pasti in modo da limitarsi poi con gli altri cibi (la verdura cotta invece può essere mangiata anche dopo o durante i pasti).

E’ ricca di principi attivi antiossidanti che contrastano l’invecchiamento cellulare, come le vitamine A, C e quelle del gruppo K.

Data la sua notevole quantità di acqua, l’insalata verde è indicata per combattere la ritenzione idrica e per rimuovere le tossine dall’organismo (dopo questi giorni di Festa alcuni pasti a base di insalata non guasterebbero!).

E’ ricca di sali minerali quali potassio e magnesio utili per rilassare nervi e cervello, aiutare la concentrazione e favorire l’assorbimento degli altri nutrienti. Il magnesio tiene lontano crampi, cefalea e irritabilità, quest’ultima tipica della cosiddetta SAD, disturbo stagionale dell’umore aggravato da uno stato di demineralizzazione. Il potassio è fondamentale per le funzioni muscolari e nervose e mantiene l’equilibrio acido-alcalino nel sangue aiutando a combattere l’ipertensione.

Vediamo ora alcune tipologie di insalata.

  • LATTUGA CANASTA: era già coltivata al tempo di Greci e Romani. Ha proprietà diuretiche e contiene elevate quantità di fibre. Oltre al potassio e magnesio contiene anche altri sali minerali come ferro, fosforo, rame e calcio e vitamine anche del gruppo B. Ma molto più importante è che ha un ottimo contenuto di vitamina E, utilissima alle mamme in dolce attesa ma anche come contrasto ai radicali liberi.

  • INDIVIA SCAROLA: ha un contenuto calorico bassissimo ma un elevato contenuto di fibra. Secondo alcune ricerche l’inulina presente in essa contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo (LDL) e di glucosio nei pazienti obesi e diabetici. Contiene le vitamine A, C e K, quest’ultima utilissima per una normale coagulazione sanguigna e antitumorale contro cancro al fegato e alla prostata. Sono presenti anche molte vitamine del gruppo B tra cui l’acido folico e tracce di alcuni minerali come manganese, ferro, potassio e rame.

  • LATTUGA ICEBERG: aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari grazie al suo contenuto in potassio, ma rinforza anche il sistema immunitario per la presenza di manganese, magnesio, calcio, ferro e fosforo. Come tutte le lattughe contiene una notevole quantità di LACTUCARIUM, una sostanza leggermente sedativa che aiuta a rilassarsi (contro l’insonnia mangiate un bel piatto di lattuga iceberg!). Inoltre ha notevoli quantità di acido folico, utile in gravidanza per prevenire i disturbi del tubo neurale.

  • LATTUGA ROMANA: come per tutte le insalate più il verde è intenso maggiore è il contenuto di nutrienti e la romana ne contiene di più di tutte le varietà. Oltre a fibre, sali minerali e vitamine presenti anche nelle altre insalate essa contiene anche vitamina D e zolfo.

  • CICORIA: come tutte le erbe dal sapore amaro anche la cicoria ha spiccate proprietà depurative, disintossicanti e digestive in quanto stimola la produzione della bile. Inoltre avrebbe la capacità di regolare il battito cardiaco e controllare la glicemia a seguito del suo contenuto di sali minerali e vitamine. Tra le insalate è quella con più controindicazioni in quanto è sconsigliata in caso di gastrite e ulcera peptica; assunta ad alte dosi (ad esempio attraverso il noto caffè di cicoria) e per periodi prolungati potrebbe limitare l’assorbimento di alcuni farmaci, in particolare i beta-bloccanti utilizzati per ridurre la pressione arteriosa e regolare il ritmo cardiaco.

  • INDIVIA BELGA: anch’essa dal sapore amarognolo viene considerata dalla Medicina Tradizionale Cinese tra i rimedi più adatti per stimolare milza e reni e liberare il corpo dalle tossine. Ha pochissime calorie, povera di sodio, è ricca di molti minerali e vitamine tra cui acido folico. Gustosa nelle diete ipocaloriche: chi non ha mai provato le croccanti barchette con l’indivia belga?

  • LATTUGA GENTILINA: rispecchia tutte le caratteristiche nutrizionali delle altre lattughe e deve al suo nome al sapore particolarmente dolce delle sue foglie.

Ecco qua, spero di aver riassunto al meglio le proprietà nutrizionali delle più note varietà di insalata quindi … via alle insalatone! Sembra un piatto prettamente estivo ma in realtà, come avete potuto leggere, i nutrienti di cui sono ricche apportano notevole difesa al nostro sistema immunitario e questo è molto utile per contrastare i classici mali di stagione e non solo.

Ora vi auguro di nuovo una buona serata e a presto!

Gloria

 

CAMBIO DI STAGIONE: PREVENIAMO BORSE E OCCHIAIE!

Buongiorno a tutti!

Sembra che questa settimana determini la fine dell’estate, il cambio di stagione è alle porte e il nostro corpo deve abituarsi alle nuove temperature e alla nuova disponibilità di luce che nel tempo andrà a diminuire. Durante il cambio di stagione è sempre bene fare una depurazione dell’organismo per eliminare l’eccesso di tossine circolanti a livello linfatico. Ciò può essere ben visibile attraverso le “borse” e le occhiaie che non sempre sono solo sintomo di stanchezza (certe volte sembro un panda!). Un’azione di drenaggio interno attiva la diuresi e migliora la circolazione linfatica rilassando lo sguardo.

Ma vediamo ora i rimedi naturali per prevenire o cancellare questi inestetismi facciali a volte anche difficilmente mascherabili con il make-up (lo so, ci ho provato spesso anche io, ad usare chili di correttore credendo di coprirle!!).

Buona lettura e buona giornata!

A presto

Gloria

 

Per migliorare la diuresi una delle migliori soluzioni è intervenire sui reni depurandoli. La LINFA DI BETULLA è un ottimo depurativo e drenante che libera i tessuti da tossine e acidi urici, fra i principali responsabili delle “borse” sotto gli occhi. Di solito consiglio di berne un bicchiere per 15 giorni ogni mattina a digiuno, per poi continuare a mattine alterne per altri 15 giorni.

 

Linfa di Betulla - Limone
Linfa di Betulla e vitamina C

Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

€ 16.5

Per un’azione fitodrenante più incisiva si può associare il gemmoderivato di JUGLANS REGIA che sgonfia gli occhi favorendo un drenaggio profondo. Si assume la mattina a digiuno; 40-50 gocce in un bicchiere d’acqua per un mese.

 


Juglans Regia Floripotenziato - 50 ml
Grande aiuto per la salute del sistema linfatico.
€ 16.0001

Per eliminare il colore scuro sotto gli occhi, le cosiddette occhiaie, è molto efficace l’OLIO DI ROSA MOSQUETA. E’ un olio tonificante, anti-age e anti-macchia utilizzabile anche per schiarire cicatrici e smagliature. Va massaggiato in dose di una goccia mattina e sera sulla zona interessata.

 


In un altro articolo parlai dello SCIROPPO D’ACERO che stimo tantissimo sia per il sapore che per le qualità. E’ ricco di sali minerali (soprattutto potassio), enzimi e vitamine ed ha un’azione tonificante su reni e circolazione linfatica velocizzando lo smaltimento delle scorie che migrano fino alle orbite. Io ne assumo un cucchiaino la mattina sciolto in acqua per cicli di 3 mesi.

Un’intestino facilmente intasato inoltre favorisce il ristagno delle scorie nei tessuti, oltre a mangiare ogni giorno un’insalata diuretica (lattuga, cetrioli, finocchi con succo di limone e olio di oliva!) si potrebbe optare per assumere del MAGNESIO CARBONATO (vedi articolo).

Nel caso di un colorito del viso spento o ingrigito chiedo alla persona se avverte anche difficoltà di digestione o dolori al lato destro dell’addome. Nel caso di risposta affermativa consiglio anche uno o due cicli di depurazione epatica. Infatti un fegato appesantito o infiammato invece di filtrare le scorie può tendere a rimandarle in circolo nell’organismo. Essendo il nostro corpo una macchina perfetta tende ad allontanare le scorie dagli organi vitali spingendole verso le zone periferiche come articolazioni, arti o bulbi oculari. L’assunzione di rimedi come BARDANA, TARASSACO, CARCIOFO e CARDO MARIANO, in compresse o gocce, permette un’ottima azione drenante e depuratrice sul fegato.

Quindi la prevenzione o l’attenuazione di “borse” e occhiaie non è solo un fattore estetico, bensì rientra in un ambito ben più ampio in quanto sono lo specchio dello stato di salute e intossicazione del nostro corpo. Mettere in atto le azioni che ho esposto sopra serve a riossigenare i tessuti e quindi anche il nostro aspetto dandoci una notevole carica di vitalità, nonostante si stia avvicinando l’autunno!

Vi auguro di nuovo una buona giornata e per qualunque cosa non esitate a contattarmi!

A presto!
Gloria


ALOE VERA: UNA PIANTA, MILLE VIRTU’

aloe

Buongiorno a tutti!

Oggi è una bigia giornata di pioggia, assomiglia quasi a quelle giornate di fine estate, in cui la Natura fa il giro di boa e sembra salutare mare, sole e gite fuori porta … Ma per fortuna l’estate non è finita, anzi ciò è servito solo a ritemprarci un po’ dal caldo dei giorni scorsi! Finalmente la linea ADSL è di nuovo funzionante e, proprio per questo, oggi ho deciso di pubblicare questo articolo sull’Aloe, una tra le piante che stimo di più a livello fitoterapico. Ne esistono molte specie ma la più utilizzata è l’Aloe Vera o Barbadensis, conosciuta già nell’antico Egitto come pianta dotata di poteri magici (detta “pianta dell’immortalità”) e di rilevante importanza presso molte civiltà come ad esempio Arabi ed Indiani d’America.

E sono proprio questi “poteri magici” , l’argomento di questo nuovo articolo, dove troverete spiegazioni teoriche e consigli d’uso di questa manna verde.

Vi auguro una buona lettura e a presto!

Gloria

L’Aloe Vera o Barbadensis è una pianta grassa il cui habitat sono le zone desertiche o semi-desertiche dove riesce a sopravvivere grazie alla sua capacità di immagazzinare acqua all’interno delle sue foglie carnose, al cui interno si trova una sostanza mucillaginosa di colore trasparente che si comporta come una spugna e rappresenta il cuore nonché il nutrimento della pianta stessa.

La foglia è la parte della pianta che contiene la maggior parte dei principi attivi e le sostanze attive più significative che troviamo al suo interno sono: ALOINA e GEL.

La prima è un fluido giallastro che ha la proprietà di diffondersi velocemente nell’organismo, inducendone risposte violente e rischiando di danneggiare i meccanismi cellulari o comprometterli definitivamente. Possiede anche una potente azione battericida e fungicida che risulta molto aggressiva e tossica per tutto l’organismo e che si manifesta a livello intestinale con una drastica azione purgante.

NELLA SCELTA DI UN SUCCO DI ALOE VERA O DI UN GEL PER USO ESTERNO, CONSIGLIO DI ACCERTARSI CHE L’ALOINA SIA STATA RIMOSSA CORRETTAMENTE DALLA FOGLIA DURANTE IL PROCESSO DI LAVORAZIONE. Quindi via a prodotti sì 100% naturali, ma anche certificati sia per i metodi di lavorazione che per la provenienza.

Il gel invece è tanto ricco di sostanze preziose che costituiscono una minimissima parte del tutto, in quanto è composto per quasi il 100% di acqua. La parte solida consiste in minima parte in: zuccheri, aminoacidi, minerali, ormoni vegetali, steroidi vegetali e acido salicilico; il resto è composto principalmente da polisaccaridi (il più importante è il GLUCOMANNANO) che riparano le cellule danneggiate e stimolano la produzione di nuove.

NELLA SCELTA DI UN SUCCO DI ALOE VERA (USO INTERNO) CONSIGLIO PRODOTTI CON ALMENO 7000 mg/l DI POLISACCARIDI E SU UN BUON PRODOTTO TALE INFORMAZIONE DOVREBBE ESSERE SEMPRE INDICATA; PER UN GEL INVECE CONSIGLIO PRODOTTI 100% NATURALI (solo il Dimethicone, uno dei siliconi più usati nell’industria cosmetica, può inibire gli effetti benefici del gel).

Le tre principali funzioni svolte dall’Aloe sono:

  1. ANTINFIAMMATORIA

  2. CICATRIZZANTE

  3. IMMUNOSTIMOLANTE

Da queste, soprattutto dallo stimolo delle difese immunitarie, deriva una serie di altri benefici su molte funzioni dell’organismo.

Vediamo ora le tre azioni nello specifico cosicché possiate trovare quella a voi più adatta!

AZIONE ANTINFIAMMATORIA: il  gel svolge una delicata azione calmante, lenitiva e rinfrescante sui tessuti riducendo il dolore. I risuoltati sono ottimi sia su infiammazioni acute di natura traumatica che su quelle croniche di pelle e mucose. Le stesse manifestazioni allergiche, che nella fase reattiva hanno sempre una componente infiammatoria, reagiscono bene alla somministrazione/applicazione esterna del gel. Tale azione benefica è completamente naturale, in quanto l’aloe vera ha efficacia pari ai farmaci di sintesi a base di steroidi con il vantaggio che non introduce nell’organismo sostanze indesiderate e non produce tossine.

Quindi è utile in caso di FERITE, SCOTTATURE, GELONI, TRAUMI SPORTIVI, MALATTIE DELLA PELLE, EPATITE, ULCERA PEPTICA, PUNTURE D’INSETTO, PSORIASI, ECZEMA, BORSITE, ERITEMI, GOTTA, FORFORA.

AZIONE CICATRIZZANTE: tale azione è complementare alla precedente, ma gli effetti non sono più inibitori della flogosi bensì sono stimolatori delle cellule adibite alla formazione e riparazione dei tessuti, come dicevamo prima grazie ai polisaccaridi.

AZIONE IMMUNOSTIMOLANTE: fra i casi in cui le difese immunitarie giocano un ruolo importante troviamo i tumori, le intossicazioni sistemiche, le malattie autoimmuni e i problemi intestinali. E’ certo infatti che una cattiva digestione compromette ulteriormente l’attività immunitaria (vedi articolo COLON IRRITABILE: MAGNESIO CARBONATO E FERMENTI LATTICI). Un altro ambito in cui le difese immunitarie sono importanti sono le allergie, in quanto l’Aloe favorisce le funzioni difensive restituendo la capacità di distinguere tra agenti dannosi e non.

Quindi è utile in caso di INFEZIONI BATTERICHE, VIRALI, FUNGINE, PROBLEMI INTESTINALI, DIABETE DI TIPO 1, TUMORI, HIV, ACNE, HERPES SIMPLEX, VAGINITI, FIBROMI.

Chi mi ha conosciuto e ha avuto modo di parlare con me dell’Aloe, avrà sentito dire della sua azione depuratrice e disintossicante. Ed è proprio così. Infatti stimolando la fagocitosi (il processo in cui vengono eliminati germi e tossine) si favorisce un processo di progressiva disintossicazione e miglioramento anche delle funzioni digestive.

IMPORTANZA DELLA SCELTA DI UN PRODOTTO VALIDO

Considerate sempre che per SUCCO si intende il gel di Aloe da poter usare internamente, il termine GEL è per un uso esterno.

  • CERTIFICAZIONE BIOLOGICA: essendo una pianta succulenta può trattenere al proprio interno anche sostanze indesiderate che riceve dall’esterno.

  • LAVORAZIONE CORRETTA: a freddo e a mano.

  • ASSENZA DI ALOINA

  • NON PASTORIZZAZIONE: verrebbero danneggiati i polisaccaridi responsabili di gran parte delle proprietà

  • MODALITA’ DI CONCENTRAZIONE: in modo naturale senza solventi chimici

  • BOTTIGLIA PROTETTIVA: data la fotosensibilità dei componenti è importante NON scegliere prodotti con bottiglie trasparenti

Veniamo ora ai DOSAGGI che indubbiamente dipendono dalla marca del prodotto, in quanto potreste trovare misurini o cucchiai. In linea di massima io consiglio, come per il NONI, l’assunzione di 3 misurini al giorno: uno al mattino a digiuno, uno prima di pranzo e uno prima di andare a dormire.  

Nel caso, molto raro, di dolori addominali, ridurre il dosaggio o sospendere per 2-3 giorni, potrebbe essere una leggera intolleranza al prodotto. Se il sintomo dovesse continuare sospendere l’assunzione.

NON UTILIZZARE IN GRAVIDANZA!!

Ok, spero di aver soddisfatto abbastanza le vostre aspettative e per qualunque informazione in più non esitate a contattarmi (trovate i contatti sulla Home del sito).

A presto!

Gloria

Ecco qui sotto qualche consiglio per i vostri migliori acquisti!

 

 

Aloe Vera Succo - Lily of the Desert
Integratore alimentare a base di Aloe Vera – Foglia intera

Voto medio su 9 recensioni: Buono

€ 16.896

L'Aloe
Virtù terapeutiche di un prodigioso rimedio della natura

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

€ 9.5