Buongiorno a tutti! 

Fuori il tempo è “ballerino”, qualche nuvola, folate di vento, sole … chissà cosa deciderà di fare nelle prossime ore? Il mio bimbo grande e mio marito sono andati al mare, io li raggiungo dopo con il piccolino se la situazione meteo non peggiora e intanto sono qui a scrivere il prossimo articolo. Ho deciso, come potete leggere dal titolo, di parlare dei vari modi per riciclare il pane avanzato, situazione che credo si verifichi in ogni casa e che spesso dà adito a parecchi sprechi di cibo. In realtà imparare a riciclare anche a livello alimentare ci permette sia di risparmiare economicamente sia di aiutare l’ambiente.

Quindi vi lascio ad una buona lettura e, volendo, alla sperimentazione delle varie proposte!

A presto e buon proseguimento di giornata!

Gloria

Penso sia capitato a tutti di ritrovarsi con una bella busta di pane secco e duro, risultato di avanzi di belle filette fresche e fumanti. Magari a v250e se ne è comprato in abbondanza, altre volte c’è stata meno voglia di mangiarlo, sta di fatto che il pane raffermo non viene quasi mai gettato nei rifiuti ma tenuto da parte nelle nostre credenze. Purtroppo però non può starci così a lungo perchè come tutti i cibi è sottoposto a un processo di deterioramento naturale fino ad arrivare anche alla presenza di non molto gradite muffe. Ecco quindi un elenco di varie soluzioni per evitare gli inconvenienti descritti sopra e risparmiare un po’ il nostro portafogli!

  1. PAN GRATTATO

Credo questa sia la soluzione più praticata, fin dai tempi delle nostre nonne! Con il pan grattato possiamo fare tante belle ricette, dalle polpette alle cotolette, dal pesce arrosto alle verdure gratinate! Insomma un elemento … tante soluzioni! Va conservato in contenitori ermetici e può essere anche congelato.

2. TORTA DI PANE

Questa ricetta è tratta dal libro “COTTO E MANGIATO” di Benedetta Parodi che io consulto molto spesso rivisitando tutto in chiave “bio-natural”. 

  • 250 g di pane secco

  • 1/2 litro di latte

  • 2 uova

  • 4 cucchiai di cacao amaro

  • 6 cucchiai di zucchero di canna

  • 2 pere o frutta secca a piacere

  • Burro

Bagnate bene il pane con il latte, preferibilmente caldo. Aggiungete le uova, il cacao, lo zucchero e le pere, sbucciate e tagliate a pezzetti, o la frutta secca. Impastate il tutto e trasferirlo in una tortiera rettangolare foderata di carta forno. Considerate che la torta non deve risultare troppo spessa, quindi scegliete una tortiera non troppo piccola. Completate con qualche ricciolo di burro se volete e una spolverata di zucchero. Fate cuocere a 180°C per 45 minuti.

3. CROSTINI

D’inverno, sul tavolo una bella zuppa fumante e … accipicchia ci siamo dimenticati i crostini! Beh, perchè comprarli? Basterà tagliare a quadratini delle fette di pane raffermo e farli tostare in forno … il risultato è garantito! Se poi avete un tipo di pane con semini o erbe aromatiche … allora non resisterete al gusto!

4. PANZANELLA

  • Pane raffermo

  • Basilico

  • Pomodori

  • Insalata

  • Cipolle

  • Cetrioli

  • Olio evo

  • Sale e pepe

Affettate il pane, bagnarlo con acqua e condirlo con le verdure, l’olio, l’aceto e il sale (e il pepe). Fate riposare in frigorifero il tutto almeno per un’ora e quindi servite.

5. SOUFFLE’ DI PANE

  • 4 fette di pane raffermo

  • 4 cucchiai di latte

  • 2 uova

  • Formaggio filante

Bagnate il pane con il latte, aggiungete i tuorli d’uovo e gli albumi montati a neve, salate e versate il tutto in una teglia ricoperta di carta forno. Aggiungete il formaggio e cuocete a 180°C fino a quando il formaggio non risulta dorato.

6. BRUSCHETTE

Beh, credo questo sia un classico della cucina! Io le adoro in tutti i gusti e varianti! Basterà tostare in forno le fette di pane raffermo e poi condirle a piacere con salse, pomodorini, aglio e olio, e chi più ne ha più ne metta! 

Bene ecco i modi più comuni per riciclare il pane secco! ma ne esistono molti altri come ad esempio il gazpacho andaluso, le seppie ripiene, gli gnocchi di pane, i canederli, la lasagna di pane, etc… insomma il pane raffermo ci consente di sbizzarrirci in cucina a più non posso! Allora buona preparazione!

Se volete condividere le vostre ricette fatelo pure sulla pagina Facebook del sito! Sarò curiosa di leggere le vostre impressioni!

A presto e un abbraccio

Gloria