depurazione

Buongiorno a tutti!

Come avevo già anticipato nella pagina Facebook del sito ci sarebbe stato un articolo sulla depurazione … ed eccolo qua! Chi mi conosce sia lavorativamente che non, sa benissimo quanto io tenga alla disintossicazione del corpo in questo periodo, per me ormai è diventato un rituale che ripeto a fine estate e a inizio primavera. PERCHE’? Perché il cambio di stagione porta all’organismo uno stress dovuto al cambiamento sia del clima che dei ritmi biologici della persona (cambiano momentaneamente anche i ritmi circadiani, quindi si è sottoposti a momenti di stress dovuti anche all’alterazione del sonno). I nostri organi emuntori, poi li vedremo nello specifico, hanno bisogno di eliminare le tossine accumulate per poter svolgere al meglio le loro funzioni e affrontare la nuova stagione, quindi non esitiamo a fare questa pulizia profonda affidandoci sia all’alimentazione ma anche a dei rimedi naturali mirati.

Non voglio aggiungere altro, ma vi lascio alla lettura dell’articolo e per qualunque chiarimento non esitate a contattarmi!

Buona giornata e a presto!

Gloria

Generalmente la medicina tradizionale non offre abbastanza soluzioni per procedere alla DEPURAZIONE CORPOREA, considerando anche il fatto che spesso sono gli stessi farmaci di sintesi a rendere necessaria un’operazione del genere. La disintossicazione è molto importante perché spesso la causa delle malattie è l’accumulo di tossine nel nostro corpo. Esse possono arrivare sia attraverso l’alimentazione, l’aria che respiriamo e i farmaci, come dicevo prima, ma anche attraverso lo stress psico-fisico. A questo proposito la depurazione deve avvenire sia a livello organico che mentale, in quanto come ben si sa, le due realtà non sono imprescindibili l’una dall’altra.

Gli organi emuntori sono deputati all’eliminazione dei cataboliti, ovvero le tossine che derivano dalle sostanze di scarto cellulare e metabolico. Essi sono:

  • FEGATO: trasforma qualunque tossina che passi nel nostro corpo, riempiendosi di scorie

  • PELLE: il nostro corpo cerca sempre di allontanare le tossine dagli organi principali come cuore, reni, cervello, cercando di limitarle alla periferia. Attraverso il sudore il nostro organismo cerca di eliminare le scorie che spesso si depositano a livello epidermico originando dermatiti, pruriti, allergie cutanee,…

  • SISTEMA LINFATICO: è il raccoglitore degli scarti cellulari, che attraverso la linfa vengono convogliati nel flusso sanguigno e portati agli altri organi emuntori per l’eliminazione.

  • RENI: raccolgono e filtrano le scorie contenute nel sangue eliminandole attraverso le urine.

  • INTESTINO: è uno degli organi emuntori primari, punto di arrivo della maggior parte delle tossine, sensibile molto spesso a un eccessivo accumulo di scorie che lo porta a reagire con stipsi, diarrea e stitichezza.

Le tossine a loro volta sono di due tipi a seconda della loro provenienza:

  • ENDOGENE: provengono da funghi, scarti cellulari, tessuti e batteri

  • ESOGENE: provengono dall’esterno come coloranti, ingredienti di sintesi, conservanti, smog, etc…

In una persona sana il processo depurativo avviene normalmente a seguito degli organi emuntori (non eccessivamente sovraccaricati) in due fasi:

  1. ATTIVAZIONE DEGLI ORGANI EMUNTORI: le tossine vengono bio-trasformate in una forma adatta a poter essere eliminata

  2. ELIMINAZIONE DELLE TOSSINE: attraverso la diuresi e il sistema linfatico

Ma in una persona che per esempio assume costantemente farmaci, oppure sottoposta a stress o che intraprende una alimentazione errata, gli organi emuntori saranno sicuramente intasati e sovraccaricati da non riuscire a svolgere pienamente le loro funzioni di “pulizia”. In queste condizioni anche il semplice cambio di stagione può diventare difficile da superare, portando a un abbassamento del sistema immunitario rendendolo vulnerabile all’attacco di virus e batteri.

Inoltre una delle fasi maggiormente depurative per il nostro corpo, è il riposo notturno che come dicevamo prima in questo periodo può essere alterato da stati di insonnia momentanea, quindi vedete come ci sono tutti i fattori per dover intraprendere una “terapia” disintossicante.

Alla fase di depurazione segue il DRENAGGIO, che normalmente è un sistema fisiologico ma che in questo caso viene aiutato da specifici prodotti per eliminare dall’organismo i fluidi tossici contenuti al suo interno.

Prima di passare ai prodotti che possono aiutarci in questo processo vediamo cosa può fare l’alimentazione per noi. Non ci rendiamo conto quanto integrare con un determinato alimento possa portare a benefici enormi, gratuitamente e senza dosi specifiche (non a caso una delle nuove scuole di pensiero è proprio la NUTRACEUTICA, ovvero lo studio di come gli alimenti possano curare molti disturbi). Ad ogni modo l’abbinamento delle sottostanti indicazioni con l’assunzione degli integratori non è dannoso, anzi andrebbe a rafforzarne l’efficacia.

Innanzitutto l’assunzione di 1,5-2 litri di acqua al giorno è buona cosa, poiché l’acqua permette di scindere le molecole aumentando la velocità di trasporto dei cataboliti verso il sistema linfatico e urinario. L’importante è bere prevalentemente lontano dai pasti e non solo quando si avverte il senso di sete, in quel caso il nostro corpo è già da un po’ che ha bisogno di acqua. Inoltre limitare le proteine animali porta a un minor sovraccarico dell’organismo, incentivando l’elaborazione di sostanze benefiche provenienti da frutta e verdura prevalentemente crude e di varie tipologie (ricordatevi sempre che ad ogni colore corrisponde una proprietà diversa). Ogni tanto sarebbe bene concedere al nostro corpo alcuni giorni di “digiuno”, nel senso di evitare di abbuffarsi dando la precedenza ad una dieta sobria preferendo frutta, verdura e liquidi.

Ma veniamo ora ai vari integratori. Io ne consiglio vari a seconda della persona e in base al fatto che si tratti di una depurazione generale o specifica per un determinato organo emuntore. Ora cercherò di essere il più dettagliata possibile nel consigliarvi la scelta di uno o dell’altro, ma vi ricordo di contattarmi nel caso non siate sicuri se sia l’integratore giusto per voi o meno.

Come integratori di base, cioè da assumere in abbinamento a qualunque altro prodotto e non specifici per un problema particolare, consiglio sempre il MAGNESIO CARBONATO e i FERMENTI LATTICI. Oltre ai benefici apportati che ho descritto dettagliatamente in un precedente articolo (vedi articolo anche per le dosi), essi sono fondamentali quando si decide di intraprendere una depurazione. Il magnesio interviene in moltissime reazioni metaboliche dell’organismo e in maniera laterale contribuisce alla pulizia intestinale, ma anche delle vie circolatorie, che come abbiamo detto sono coinvolte nell’eliminazione delle tossine. I fermenti lattici sostengono l’intestino e anche il sistema immunitario nell’affrontare l’inizio della depurazione, la quale comporta spesso un dispendio energetico dell’organismo nonché un leggero disequilibrio iniziale. Ciò è dato dal fatto che le tossine uccise vanno in putrefazione e finchè non vengono eliminate dal drenaggio continuano a rilasciare gas tossici che vanno a peggiorare lo stato di contaminazione dell’organismo. Andando avanti con la depurazione tutto va ad affievolirsi fino a scomparire.

Io di solito faccio riferimento a pochi integratori per la depurazione, ce ne sarebbero tanti altri, ma nella mia modesta esperienza ho avuto modo di verificare la vera efficacia di questi che sto per elencarvi.

CLORELLA: è un alga verde altamente ricca di clorofilla, in grado di eliminare l’alcool dal fegato, i metalli pesanti e i pesticidi dall’organismo. Una clorella ben bilanciata è tollerata dalla stragrande maggioranza delle persone, per questo è sempre bene affidarsi a prodotti certificati e garantiti. L’intolleranza eventuale è data dalla grande potenzialità di questo integratore e dai sintomi iniziali che può apportare. E’ assolutamente necessario abbinare un drenante dopo l’assunzione poiché potrebbe accadere che la tossina venga solamente smobilitata all’interno dell’organismo ma non espulsa. Come drenante è molto efficace la LINFA DI BETULLA, singola o associata ad altre piante come la VERGA D’ORO o l’ORTHOSIPHON.

Questi prossimi 5 integratori (specifici per la depurazione del fegato) possono essere assunti singolarmente o a gruppi di 3 a seconda delle esigenze. Se avete difficoltà digestive, pelle spenta e opaca, dolore alla parte destra dell’addome, molto probabilmente si tratta di una leggera infiammazione del fegato e questi integratori possono esservi di aiuto.

  • TARASSACO: stimola la diuresi e la funzione intestinale, contribuendo ad eliminare le tossine. 
  • CARCIOFO: stimola le funzioni renali, favorendo l’eliminazione delle tossine. E’ utile anche per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e trigliceridi. Esso ha anche una funzione antitossica e protegge il fegato dai danni dell’alcol. 
  • CARDO MARIANO: è un potente depurativo anche nel caso di intossicazione da parte di qualche alimento.
  • BARDANA: depurativa del sangue con effetti visibili sulla pelle affetta da acne e foruncoli.
  • ORTICA: depurativa e remineralizzante.

ALOE: antinfiammatoria e  depurativa generica del corpo, agisce anche sulle cellule neuronali dove spesso si depositano le tossine causate da stress che portano mal di testa e nevralgie (vedi articolo)

NONI: esaltatore del sistema immunitario oltre che ottimo depurativo e antitumorale, completo di vitamine, sali minerali e aminoacidi è un valido aiuto anche contro lo stress (vedi articolo)

Questi ultimi due prodotti li potete trovare anche abbinati (controllate sempre le proprietà di entrambe le piante nell’etichetta della confezione).

Come drenante più efficace consiglio sempre di base la linfa di betulla, già sopracitata, sola o abbinata ad altre piante con la stessa funzione.

Bene, mi sembra di non aver dimenticato nulla, rinnovo il mio invito a contattarmi per qualunque cosa e vi lascio a un ottimo pomeriggio!

A presto

Gloria